fbpx

Il marketing geniale di Subito.it

Nell’articolo precedente abbiamo parlato del metodo Agile e del suo framework Scrum.

Oggi inauguriamo la nostra nuova rubrica dedicata agli amanti del digital marketing, al cui interno andremo a narrare e ad analizzare delle storie di successo di alcune aziende, che sono riuscite a fare di questo strumento il proprio punto di forza. 

Il primo caso studio che analizzeremo è Subito.it, azienda italiana leader nella compravendita, nata nel 2007 a Milano.

Attualmente l’azienda si situa tra i primi 10 brand online più visitati in Italia e come primo servizio di annunci su web (fonte: Media Audiweb Total Digital Audience 2016). 

Ma come è riuscita Subito.it ad arrivare a questo traguardo?

Nel settembre 2015, la piattaforma digitale per la compravendita online Subito.it, ha avviato un processo di rebranding grazie alla creatività del team marketing, allora capitanato da Francesca Protopapa.

Una nuova grafica e un nuovo logo, che potesse trasmettere la semplicità e l’immediatezza della condivisione di annunci online nella loro piattaforma, il cui nome, d’altronde, è già di per sé abbastanza esplicativo!

I due loghi a confronto, Subito.it (in uso fino al 2015) ed il nuovo Subito

Uno -snap- nel logo: “È il suono che fa lo schiocco delle dita o quello di una bacchetta magica” aveva rilevato Francesca Protopapa in un’intervista.

Uno stile moderno per un brand che negli anni si è fatto strada nel mercato della compravendita online, divenendo una delle piattaforme più utilizzata dagli utenti del Web.

 

La storia del brand

Subito.it rappresenta la versione italiana del noto sito svedese Blocket.se (in italiano bloc-notes), acquistato dal gruppo multimediale norvegese Schibsted nel 2003. La piattaforma prende piede in diversi paesi europei, tra cui Francia (Leboncoin.fr) e Spagna (Segundamano.es), dove può essere considerato leader del mercato.

Subito.it nasce a Milano nel 2007, lanciata da Daniele Contini, attualmente country manager Italia di Just Eat.

 

Campagne Pimp My

Negli ultimi anni il team marketing di Subito.it ha dato sfogo al suo estro, soprattutto nelle campagne pubblicitarie Pimp My, 

Divertenti, d’impatto: semplicemente geniali!

Un nuovo modo di pubblicizzare la piattaforma stessa e non solo la vendita di veicoli usati, come ad esempio il Defender del video che segue.

 

 

Il verbo pimp deriva dallo slang americano.

In origine il termine identificava il protettore delle prostitute (il c.d. “pappone”).

L’evoluzione del linguaggio ha dato a questa parola nuova vita, attribuendogli il significato di -elaborare- e -potenziare-.

In gergo la parola pimp è quindi diventata sinonimo di “figo”, da cui è poi derivato l’uso verbale nell’accezione di “rendere figo” (pimp up).

Il concetto non è nuovo nel mondo del marketing.

La prima campagna che riporta l’headline Pimp My Brand è stata creata da Ernest Lupinacci, partner dell’agenzia newyorkese Anomaly, in occasione del lancio dell’85°edizione dell’Art Directors Club Annual Awards, nel 2005.

Subito.it ha quindi trovato il modo di sfruttare questo concetto nelle sue campagne pubblicitarie, con ottimi risultati: è impossibile non parlarne! Chiunque le abbia viste farà fatica a dimenticarle.

Con la sua comunicazione immediata, che esula da quella aziendale tradizionale, Subito.it è riuscita a distinguersi, diventando virale e accrescendo la sua popolarità.

 

Ti piacerebbe approfondire altre realtà aziendali di successo?

Vorresti acquisire le competenze tecniche per progettare una campagna marketing?

Il nostro corso di Digital Marketing e Visual Design potrebbe fare al caso tuo!

Consulta il nostro piano di studi.

Vuoi conoscere le opinioni dei nostri alunni?

Entra a far parte della Steve jobs Academy Community, il gruppo Facebook nel quale i nostri studenti si scambiano informazioni e condividono le loro esperienze!

 

Comments are closed.